ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Formazione esperienziale: istruzioni per l’uso. Wiki-manuale per orientarsi nell’experiential learning

22,00

La formazione esperienziale ha fornito negli ultimi anni una risposta alla più diffusa riluttanza a investire risorse in percorsi formativi. Il volume, che nasce dalla collaborazione di una ventina di formatori esperienziali affermati sul territorio nazionale ed europeo, è un primo manuale di orientamento all’experiental learning.

Formazione esperienziale: istruzioni per l’uso.
Wiki-manuale per orientarsi nell’experiential learning

 

Autori e curatori: Fòrema
Contributi: Luca Giuman, Marino Malvestio
Collana: Casi e studi d’impresa
Editore: Franco Angeli
Argomenti: Formazione professionale e degli adulti – Formazione
Livello: Testi per professional
Dati: pp. 176, 1a ristampa 2013, 1a edizione 2012 (Codice editore 1490.29)

 

Presentazione del volume

 

L’attuale contesto socio-culturale presenta, come noto, caratteristiche anomale e uniche rispetto al passato. Temi quali la rapidità del cambiamento, la necessità di aggiornamento continuo, la centralità di competitività e performance hanno pervaso ogni campo del sapere, entrando anche nel lessico e nella vita quotidiana delle persone. Il nesso tra vantaggio competitivo e sviluppo di competenze, in particolare, è ormai un dato acquisito. Assai meno ovvio rimane tuttavia il come riuscire a operare concretamente per l’apprendimento di competenze non solo tecniche, ma anche, e soprattutto, trasversali. Di certo la formazione tradizionale è entrata profondamente in crisi e di fronte alla sempre più diffusa riluttanza da parte di aziende e organizzazioni a investire risorse in percorsi formativi, molti formatori si sono chiesti come riuscire ad affrontare la sfida della competitività con nuovi strumenti.
La formazione esperienziale ha fornito negli ultimi anni una possibile risposta. Una risposta per certi versi “ancestrale”, poiché passa attraverso il re-insegnare agli adulti a imparare dall’esperienza. Il ritorno a tale modalità di apprendimento, soprattutto per allenare competenze trasversali come leadership, team building, problem solving ha dato degli esiti oltremodo positivi, avvalorati da ricerche e studi sempre più sofisticati. La quantità di materiali prodotti, tuttavia, appare ancora insufficiente a chiarire che cosa davvero sia la formazione esperienziale.
Proprio da questa avvertita esigenza ha preso avvio il progetto, voluto da Fòrema, di un manuale di orientamento all’experiental learning. Coinvolgendo chi della formazione esperienziale ha fatto uno stile di vita oltre che una professione e sfruttando la possibilità offerta da Internet di aggregare le conoscenze di persone non necessariamente presenti nello stesso momento e nello stesso luogo, Fòrema ha definito un potenziale indice e aperto una piattaforma di collaborazione asincrona, che ha reso agevole la stesura dei contributi individuali e allo stesso tempo il reciproco confronto. Come una piccola Wikipedia, attorno al progetto si sono ritrovati una ventina di formatori esperienziali affermati sul territorio nazionale ed europeo. La modalità stessa di organizzazione, di stampo “wiki”, ha creato una selezione naturale dei professionisti intervenuti. L’output di questo progetto lungo sei mesi è il wiki-manuale nelle vostre mani!

Fòrema è l’ente di formazione di Confindustria Padova. La sua mission è sostenere la crescita e la competitività delle imprese del territorio attraverso lo sviluppo delle competenze delle persone. 

 

Indice

 

Luca Giuman, Prefazione
Introduzione
Ringraziamenti
Trasformare l’esperienza in un momento di formazione
(Metodologia dell’apprendimento dell’adulto e suoi aspetti psicologici; Definizione di apprendimento esperienziale; Il modello esperienziale secondo Kolb; Trasferibilità della formazione alle esperienze lavorative)
La storia e la diffusione in Italia
(Storia ed evoluzione della teoria dell’apprendimento esperienziale; Team building, adventure, outdoor training oppure formazione esperienziale? Occorre fare chiarezza; Diffusione delle metodologie esperienziali in Italia; La situazione attuale delle metodologie esperienziali nel mercato italiano; Il futuro della formazione esperienziale in Italia)
La progettazione
(Analisi della domanda e valutazione rischi/opportunità di un percorso esperienziale; La progettazione del percorso di sviluppo; La metafora nella formazione: scelta e costruzione; Caratteristiche della location e tipo di attività; Il giusto equilibrio tra attività esperienziale e sviluppo dei contenuti)
Il conduttore di progetti formativi esperienziali
(Background del trainer esperienziale (facilitatore); Il ruolo del facilitatore: cosa può fare e cosa no; Il ruolo del partecipanti cioè come gestire la “diversità” nel gruppo; Briefing e debriefing; Il rapporto tra facilitatore e istruttore tecnico ove presente (attori, sportivi, guide ecc.); La chiave per il successo del progetto)
Come e quando scegliere la formazione esperienziale
(La qualità nella formazione esperienziale; Opportunità e limiti concreti per la formazione esperienziale; Casi di studio reali)
Bibliografia
Gli autori.

COD: F001 Categoria: